La mosca tagliato 1024.jpg

10/03/2010

 

NEWTON COMPTON EDITORI

LA VOGLIA DI FARE

Di

CRISTINA DI GIORGI

 

www.newtoncompton.com

 

In un periodo come quello odierno, in cui la cultura e non solo è quasi dominata dalle nuove tecnologie e da internet in particolare, parlare di libri e di iniziative editoriali “convenzionali” è una sfida non da poco. Tra le varie case editrici impegnate su questo fronte, la Newton Compton, attiva fin dal 1969, ha festeggiato recentemente i suoi quarant’anni di attività. Un compleanno importante, che gli editori romani stanno celebrando sia sottolineando come la loro attività sia da sempre improntata su standard di qualità e sempre maggiore accessibilità del sapere, sia dando vita a progetti editoriali e di comunicazione innovativi e di successo.

Nell’ottica della concorrenza e della conquista di un sempre maggior numero di lettori infatti, la Newton ha operato curando ed innovando in primo luogo il marketing e la comunicazione, operando accordi di collaborazione per la promozione e distribuzione e affidandosi a strategie e mezzi di diffusione moderni e non convenzionali. Quanto alle scelte editoriali, ferma restando l’innovazione grafica e l’aggiunta di introduzioni ed analisi aggiornate, il catalogo oggi proposto spazia tra migliaia di titoli ed argomenti che comprendono libri dedicati ai giovani, alle inchieste scomode, all’attualità, passando per la narrativa italiana, le guide, i grandi classici (riproposti in vesti grafiche nuove) e le storie con le donne come protagoniste.

L’operazione a nostro avviso maggiormente importante e interessante (e che, stando alle statistiche e alle recensioni, sta riscuotendo il maggior successo), è quella che vede la riproposizione e il rinnovamento del lavoro già da tempo in atto sulle edizioni economiche. La Newton infatti, già promotrice delle collane economiche Paperback, Grandi Tascabili Economici, 100 Pagine 1000 lire, per festeggiare il quarantennale della sua attività ha rinnovato il filone dell’editoria economica proponendo al pubblico i Nuovi Grandi Tascabili Economici: grandi classici a prezzo ridotto, per rendere accessibili a tutti libri come i principali titoli di Freud (balzati immediatamente in testa alle classifiche di vendita), Roth, D’Annunzio, Poe, Austen, Neruda, Wilde e tanti altri. I risultati sono fino ad ora eccezionali: i primi 12 libri dei 150 previsti, hanno avuto una tiratura di 360mila copie.

Queste brevi considerazioni vogliono dal nostro punto di vista essere non uno spot promozionale ma il riconoscimento ad un piccolo editore indipendente di una notevole capacità di resistenza e conquista del mercato: prova ne sono l’aumento di fatturato – 34 milioni e 3milioni di copie vendute nell’ultimo anno – e l’ottima strategia editoriale, che non solo consente alla Newton di non restare schiacciata dai grandi colossi editoriali, ma la rende un protagonista importante sulla scena libraria in particolare e culturale in generale.

A nostro avviso va quindi sottolineato un notevole merito degli editori romani oggi quarantenni: in un periodo in cui, soprattutto in Italia, la cultura e la lettura in particolare sembrano essere relegate ad un ruolo minore rispetto ad altre occupazioni, il puntare sulla riduzione dei costi e quindi sull’accessibilità dei libri ad un sempre maggiore numero di persone è estremamente importante. Al di là di ogni retorica infatti, leggere costituisce senz’altro uno strumento di crescita personale e anche collettivo oltre ad essere, come ricorda anche Ray Bradbury in Farenheit 451, una fondamentale garanzia di libertà e indipendenza.