Area Destra novità o situazione già vista?

19 Gennaio 2010

E’ molto interessante la proposta dell’ Area Destra per l’unità della Destra radicale.

Nel contesto della partecipazione dei vari gruppi o Partiti dell’area.

Anche se credo che siano non risolvibili le differenze e la diffidenza tra di loro.

Le vari dichiarazioni dei diretti interessati sono molto differenti,

e  si aspetta la Consulta per poter confrontare le posizioni dei vari gruppi.

Io penso che è effettivamente necessario creare una entità che possa

raccogliere le preferenze di tutti quelli che negli anni hanno vissuto e partecipato

alla crescita e alla decrescita del movimento.

Ma vediamo bene le cose come stanno….

Il problema non sono  gli elettori dell’area che comunque per fede o per cuore 

o per nostalgia votano

ma di chi non vota più,

e di chi da il voto al PDL perché non ha alternative credibili,

perché nei vari gruppi di area ci sono attriti e incomprensioni.

Per poter portare di nuovo a votare gli elettori nell’area c’è bisogno 

di una ventata di novità

Via tutti i pregiudizi tra di noi e tutte le varie sigle che portano solo alla divisione.

Chi ha portato avanti i vari movimenti si deve fare da parte, 

per convenienza della comunità,

e perché chi non vota più, è forse è per questo che lo fa.

Tutte le grandi rivoluzioni Politiche sono nate dal popolo, 

nella crescita della convinzioni che l’individuo

può far crescere l’idea e nella consapevolezza del gruppo,

e nella speranza della partecipazione, nella presenza e considerazione.

Volti nuovi senza vincoli di Partito, gente normale che si mette in gioco 

per la famiglia, per la Patria

Che vive tutti i giorni la dura vita di portare avanti un’idea di rettitudine 

nella propria famiglia

E nella propria vita.

Troppe parole, c’è bisogno del movimento del fare, del cambiamento che possa portare

il popolo a partecipare nella costruzione del proprio futuro su principi di rettitudine 

che salvaguardi

la famiglia e la nostra cultura e memoria storica.

Io sono stufo della milizia a senso unico, voglio avere voce di poter dire 

che così non si arriva

da nessuna parte,  voglio poter dire che se una cosa è fatta bene, 

sono contento al di fuori

di chi ha proposto l’dea.

Voglio avere delle persone che sanno le esigenze di chi li vota, 

perché hanno le stesse esigenze.

I problemi sono tanti, non è più l’entità del’area che conta, 

ma l’esigenza del popolo di area

Che è importante.

Non più movimenti politici, ma Popolo, elettori, 

che creino un movimento su esigenze reali.

Non più Politica ma reale esigenza del Popolo.

Un Popolo consapevole delle proprie esigenze è più importante di tanti gruppi di area

Ghettizzati nell’estremismo.

Volti nuovi, coerenza e voce al popolo contro la lobby 

della vecchia politica che ha portato

La nostra area ad avere divergenze incolmabili, e la guida del nostro paese 

a chi non ha lontanamente idea

Dell’esigenza del Popolo e della salvaguardia della nostra cultura e memoria storica.

 

Stefano Pantini

Manda un commento!