La mosca tagliato 1024.jpg

24/01/2010

Presentazione campagna elettorale di Forza Nuova 23/01/2010

Sabato  alle ore 17:00 si è aperta ufficialmente

la campagna elettorale per le Regionali

Di Forza Nuova

Il Prof. Nicola Cospito  del Movimento Nazional Popolare

e Roberto Fiore candidato a Governatore del Lazio

Hanno presentato l’apertura della campagna elettorale per Forza Nuova.

Il Prof. Cospito a ribadito il patto d’azione tra MNP

e Forza Nuova ed ha presentato la sua proposta

di intervenire  nella lista con alcuni candidati di MNP  

e Fiore ha spiegato i punti fondamentali della campagna elettorale.

L’impegno a risolvere il problema degli extracomunitari

che  oramai hanno invaso la nostra Regione.

Con le leggi sbagliate dei nostri attuali governanti,

spostando, soprattutto i rom da una zona ad un’altra.

La cosa essenziale da fare è di aiutarli nei loro paesi di origine,

e non dargli speranze nel nostro,

per non avere assembramenti di extracomunitari

non gestibili dalle forze dell’ordine.

La valorizzazione della terra e dell’agricoltura,

il futuro per il nostro paese.

E’ una risorsa essenziale per la sopravvivenza,

bisogna arrivare ad avere la sicurezza di poter  sfruttare

la nostra terra per la vita del nostro popolo.

Senza avere restrizioni da leggi Europee,

che ci permettano di usufruire del totale degli interessi

maturati senza coinvolgimenti di entità estranee

al giusto andamento della direzione amministrativa,

vedi Mafia Camorra ecc..

Bisogna valorizzare il turismo con le nostre risorse, e non dare la possibilità a

Nazioni estere di decidere per noi.

Il nostro Paese è una fonte incredibile di siti Archeologici e di arte,

che ci porta ad essere una Nazione

Importante, se no la più importante nell’interesse culturale mondiale.

Bisogna sfruttare la nostra incredibile potenzialità.

La sanità che è diventata il dindarolo dei partiti.

Troppi debiti nella sanità, troppi soldi che  girano, che servono solo per le esigenze di pochi.

Bisogna  abolire la legge che è entrata in vigore con il  decreto che prevede

a privatizzazione dell'acqua pubblica in Italia.

Il 6 agosto il Parlamento italiano ha infatti votato con l'appoggio dell'opposizione

- e in particolare del Pd - l'articolo 23bis della legge numero 133/2008,

cioè il decreto legge 112 - la cosidetta 'finanziaria triennale' del ministro Tremonti - che affida "

il conferimento della gestione dei servizi pubblici locali, in via ordinaria,

a favore di imprenditori o di società in qualunque forma costituite individuati

mediante procedure competitive ad evidenza pubblica".

Ciò al fine - afferma il decreto - "di favorire la più ampia diffusione dei principi di concorrenza,

di libertà di stabilimento e di libera prestazione dei servizi di tutti

gli operatori economici interessati

alla gestione di servizi di interesse generale in ambito locale".

In altre parole si spalanca la via alla privatizzazione dell'acqua pubblica.

Noi siamo assolutamente contrari

L’acqua è un bene di tutti, una bene indispensabile per la vita, non può essere fatto commercio

Di una bene essenziale per la vita.

Altro punto essenziale della campagna elettorale è la certezza che i candidati del PDL e del PD

Sono le due facce della stessa medaglia,

vedi le dichiarazioni sulla legge 194

La Polverini si schiera ideologicamente nello stesso campo di battaglia

della sua “rivale” Emma Bonino.

La Polverini ed Emma Bonino in realtà fanno parte dello stesso

"partito d'Azione"

anti Italiano, anticattolico:

infatti su temi di fondamentale importanza quali l'immigrazione,

le leggi di mercato e le tematiche legate alla vita ed ai valori cattolici

le loro visioni non sono affatto dissimili.

 

Questo progetto è interessante, e  porta alla convinzione che i passi

da fare sono tanti ed importanti.

Il disagio di tutti noi, per queste situazioni, sono reali e vanno risolte.

Nel dibattito si è portato avanti la necessità di avere un consenso maggiore del solo patto

MNP e FN, perché la necessita del popolo è impellente,

con la consapevolezza di un progetto chiaro e importante,

si può avere un appoggio di altre entità politiche e di popolo.

Aspettiamo convinti  e sembra  che

soffi un vento di rivolta.

Stefano Pantini