La mosca tagliato 1024.jpg

FARE QUADRATO

09/11/2010

Di Stefano Pantini

 

Riflettiamo sul significato di

Fare Quadrato!

Fare Quadrato lo insegnano i romani è compattezza ed unità d'intenti

Fare Quadrato!

Un manifesto, una volontà,

E’ l’ora di cambiare contro la corruzione

Contro il mal governo

Contro il vittimismo

Contro chi ci vuole pecoroni

Contro chi vuole il nostro silenzio

Contro chi ha portato l’Italia ad essere un teatrino della sceneggiata

Contro chi ha portato le famiglie ad essere insicure nel futuro

Contro chi ha fatto della politica una lotta personale senza proposte ed idee

Contro chi ha approfittato ed usufruito della linfa vitale dell’Italia

Contro chi ha fatto della politica un interesse privato

Contro chi non ha fatto il proprio dovere

Contro chi ha detto e poi  non ha fatto

Contro chi ci ha portato ad essere schiavi nel nostro paese

Contro chi ha rubato per il proprio interesse

Mandiamo a casa tutti quelli che hanno fatto dei propri interessi la priorità della loro politica

E’ ora di cambiare le necessità del popolo è quello di avere una sicurezza di fatto

E non delle promesse aleatorie

Non si vive più

Il popolo ha bisogno di aiuto

È stufo di vedere le comiche politiche su fatti privati

Anche se riprovevoli

Contro chi fa della retorica un punto di forza

Contro chi non ha più ideali e vuole far finta che tutto sia vero

Basta c’è bisogno di un vento nuovo che serva a migliorare la vita

Di tutte le famiglie Italiane

che hanno problemi ad arrivare alla fine del mese

contro  chi per cinque anni di mandato elettorale riceve un vitalizio

per quelli che per avere una pensione inferiore al vitalizio del deputati devono lavorare  40 anni

e allora è il momento di rimettere in gioco le nostre convinzioni

per le nostre famiglie per la nostra nazione

senza più esitazione

fare quadrato!

combattiamo per le nostre esigenze per avere uno stato che ci tuteli e che ci dia

per quello che facciamo per l’Italia.

Meritocrazia e stato sociale

Basta con i proclami del presidente Napolitano, la situazione di Pompei come quella di tanti

altri siti archeologici è vergognosa, ma è più vergognosa e assurda la situazione degli stipendi

dei deputati che guadagnano di più di qualsiasi altro Deputato Europeo !

Stipendi e pensioni dei Parlamentari

Stipendi e pensioni dei Parlamentari:

Stipendio 15.237.02 euro netti al mese

Pensione pari ad un minimo di 2.797 euro netti al mese

Pensione pari ad un massimo di 8.952.712 euro netti al mese

 

E’ ORA DI CAMBIARE CON BLOCCO NAZIONELE, PARTITO DEL POPOLO, SIAMO NOI

SIAMO DI DESTRA, SIAMO DI SINISTRA, SIAMO DI CENTRO

MA SOPRATTUTTO SIAMO INCAZZATI.

Stefano Pantini